UNA STRANA  PARTITA NORMALISSIMA

È stato un fine settimana strano quello vissuto dal mondo dello sport italiano in generale e in particolare della pallamano. D’altronde ai tempi di un virus, certamente non letale quanto altre malattie che i nostri nonni hanno dovuto fronteggiare con mezzi più scarsi e conoscenze inferiori delle nostre, ma altamente contagioso e di certo non totalmente innocuo, tutti siamo chiamati a comportarci in maniera differente dal solito. Deve essere diverso il modo con cui abbiamo rapporti interpersonali, deve essere diverso il modo di lavorare, la scuola si frequenta da casa attraverso un PC o un tablet, la cultura viene confinata nei musei e nelle biblioteche chiuse, al macellaio la coda si fa fuori dal negozio, il culto religioso si modifica, la pallamano rimane invece uguale. Nel senso che la pallamano al momento non conosce ancora il significato di distanza interpersonale di 1 metro e quindi la partita di sabato tra UISP’80 Pallamano Putignano e Teamnetwork Albatro Siracusa è stata una normalissima partita di pallamano, con i suoi gol, con le sue parate, con gli schemi messi in campo e con i suoi scontri di gioco. Quello che era diverso era certamente l’umore di chi è sceso in campo consapevole dei rischi a cui andava incontro e il contorno. Essere nel bel mezzo di un palazzetto vuoto durante una partita di campionato è stato straniante per chi del match doveva fare solo la cronaca, figurarsi per i giocatori che non avevano nessuno che li incitasse dopo un gol o che li sostenesse con il suo tifo caloroso dopo un errore. Insomma una strana  gara normalissima da cui la UISP’80 è uscita sconfitta con il risultato di 24 a 33.

Per il Putignano le defezioni sono legate alle condizioni fisiche dei vari giocatori (lesione al crociato per Pugliese, strappo muscolare per Narracci) per il resto tutta la squadra è a completa disposizione per mister Perrini che conferma il settetto che aveva iniziato l’ultima gara della fase regolare con il Mascalucia il 15 di febbraio ad eccezione del cambio in porta Nebbia – Ignazzi. Dall’altra parte mister Vinci deve fare i conti con diverse defezioni e solo 10 giocatori a disposizione. L’inizio è equilibrato con il Putignano che cerca di tener botta alla capolista indiscussa del girone C. Pian piano però gli aretusei iniziano a scavare un distacco che raggiunge il primo picco sul +4 al 11esimo. Grazie alle turnazioni il la UISP’80 riesce a rifarsi sotto portandosi sul 9-10 in 4 minuti. La partita viaggia su ritmi briosi e non mancano le scintille anche legate alle ruggini delle precedenti due gare che costano parecchie espulsioni temporanee ai giocatori di entrambe le squadre. In difesa i rossoblù faticano a limitare le conclusioni di Marquez Cuello che alla fine riuscirà a mettere a referto la bellezza di 13 reti. Le due squadre sono comunque sempre lì a lottare punto su punto almeno fino al break bianconero in chiusura del primo tempo che permette ai ragazzi di mister Vinci di andare negli spogliatoi sul 13-18. La ripresa inizia subito con un doppio tap-in degli ospiti che si portano sul +7 e qualche minuto più tardi sul +8. Poi c’è la reazione di orgoglio dei padroni di casa che registrano la difesa e approfittano delle parate di Ignazzi e di un appannamento dei siracusani per portarsi sul 21-25 a 13 minuti dalla fine. Fiutata la puzza di “fregatura” gli ospiti si ridestano dal loro momento di relax adeguando la loro difesa e rubando un paio di palloni che fanno volare i precisissimi Cuello e Pennacchio in contropiede. La distanza nel punteggio così si allunga nuovamente e a favorirla è anche la stanchezza che rende meno precisi i tiri dei rossoblù. Alla fine la partita si trascina stancamente verso il fischio finale con il tabellone che segna il risultato di 24 a 33.

Nella giornata di domenica, in seguito al nuovo Decreto a firma del Presidente del Consiglio dei Ministri, la Federazione ha disposto la sospensione di tutti i campionati nazionali (quelli giovanili e la serie B era già sospesi, ndr). Ad oggi il campionato di serie A2 dovrebbe riprendere 4 Aprile, con il condizionale d’obbligo in quanto soggetto alla situazione dei contagi. Tra l’altro è ancora da comprendere se il campionato riprenderà dalla seconda giornata della fase ad orologio o con la quinta giornata come da calendario, ma questo è al momento un problema secondario.

UISP’80 Pallamano Putignano vs Teamnetwork Albatro Siracusa: 24 -33 (13-18 PT)

Putignano: Adone 5, Bianco, Carone 4, De Miccolis, Fanizza 3, Ignazzi, Laera 1, Laterza L. 2, Losavio 8, Mele, Mirizzi, Morea, Romanazzi, Santoro 1, Tinelli; All. Perrini;

Siracusa: Cuello 13, Fontana, Lo Bello 4, Mizzi, Murga 3, Pennacchio 4, Rubino, Sortino 4, Vanoli 3, Vinci 2; All. Vinci;

Arbitri: De Marco – Carcea;

Classifica: Siracusa 28; Teramo 18; Palermo 17, Noci 16; Mascalucia 13; Alcamo 12; Benevento 10; Putignano 4;

Altre partite della settimana:

Noci – Mascalucia: 32 – 27;

Teramo – Benevento: 29 – 27;

Alcamo – Palermo: 31 – 22;

 

Ufficio stampa UISP’80 Pallamano Putignano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *