UNA VITTORIA DI FORZA

 

Sabato 9 dicembre la UISP’80 Pallamano Putignano ha sconfitto con il risultato di 19 a 24 l’Altamura centrando così il settimo risultato utile consecutivo e restando nella scia della capolista Città Sant’Angelo. Per quanto riguarda le altre pretendenti ai 2 posti in palio per i play-off serie A1, dobbiamo segnalare la sconfitta del Manfredonia che ha perso di 2 gol in casa con l’Atellana ed è così scivolata al quarto posto essendo stata superata in classifica proprio dalla formazione campana. A pari punti con i foggiani troviamo il Teramo che ha sconfitto il fanalino di coda Ginosa. La classifica rimane pertanto molto corta davanti, ma nel prossimo turno le cose potrebbero cambiare in quanto sono in programma ben 2 scontri diretti, ovvero Città Sant’Angelo – Manfredonia e Atellana – Teramo. I ragazzi di mister Perrini affronteranno, invece, una sfida con un coefficiente di difficoltà, almeno sulla carta, leggermente meno alto ospitando in casa il Capua, settima forza del girone.
Ritornando alla partita di sabato scorso contro l’Altamura l’aggettivo forse più calzante per definirla è maschia. Difatti in campo si è visto molto agonismo e interventi difensivi vigorosi. Il Putignano ha dimostrato comunque si sapersi adattare anche a questo tipo di interventi conducendo la partita dall’inizio alla fine eccetto che per un piccolo passaggio a vuoto a inizio gara in cui i murgiani sono riusciti a rimontare l’1 a 3 firmato da Losavio, Cesare Laera e Fanizza. Parentesi del 3 – 3 a parte la UISP’80 ha sempre denotato un certo controllo sulla partita senza però mai riuscire a chiuderla davvero anche perché davanti a sé aveva un avversario davvero arcigno e che in difesa ha concesso ben poco. La prima frazione di gioco si conclude così sul 10 a 13. La ripresa vede un Putignano ancora alla ricerca di un break importante per chiudere la partita. Tale break sembra arrivare subito quando Giuseppe Santoro su rigore e Cesare Laera portano i rossoblù sul 10 a 15. L’Altamura però si rifà nuovamente sotto con Tragni e Pepe. Il nuovo tentativo di allungo è propiziato dall’ingresso in campo di Cianciaruso, al rientro in campo dopo l’infortunio alla spalla. Fanizza e compagni salgono sul +6, ma non riescono a dare continuità al loro gioco in attacco e quindi vengono sempre tallonati fino al triplice fischio finale che può comunque far esultare il Putignano grazie al 19 -24 impresso sul tabellone.
La testa di Santoro e compagni è ora rivolta verso il Capua, per quello che si annuncia un match importante per la classifica e anche per l’umore generale. Difatti la partita contro i campani sarà l’ultima del girone d’andata, nonché l’ultima prima della sosta che si protrarrà fino alla fine di gennaio. In ballo c’è anche l’inviolabilità della “Stefano da Putignano” che è uno status che i ragazzi di mister Perrini vogliono mantenere per più tempo possibile.
Altamura vs UISP’80 Pallamano Putignano: 19 -24 (10 – 13 PT)
Altamura: Quattromini, Popolizio, Pepe 7, Lanzolla 4, Tragni 3, Locapo 1, Paolicelli 1, Loporcaro 1, Denora 1, Tortorelli 1, Fiore, Colonna, Gramegna. All: Loviglio
Putignano: Lippolis, Santoro G. 5, Campanella, Santoro M., Laera C. 5, Laterza L. 4, Fanizza 4, Adone 2, Cianciaruso 2, Losavio 2, Morano, Mastrangelo, Laera N., Laterza V. All: Perrini
Arbitri: Rinaldi – Passeri
Classifica: Città Sant’Angelo 14; Putignano 13; Atellana 12; Manfredonia, Teramo 11; Lazio 8; Capua 7; Altamura, Fondi 2; Ginosa 0;
Altre partite della settimana:
Lazio – Fondi: 28 -20;
Capua – Città Sant’Angelo 22 -33;
Teramo – Ginosa: 33 -24;
Manfredonia – Atellana: 29 – 31;

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *