PAREGGIO AL CARDIOPALMA

“Prendi un cerchio perfetto, se lo accarezzi avrai un circolo vizioso” – cit. Eugene Ionesco

Chissà se la ciclicità di risultati: sconfitta – pareggio – vittoria ripetuti in ordine sparso ogni tre giornate si possa considerare un circolo perfetto, ormai Il drammaturgo Ionesco non ci potrà aiutarlo a stabilirlo, però, forse, questa spirale in cui si è inserita la Joker UISP’80 Pallamano Putignano è un circolo vizioso. Sabato 5 marzo per i rossoblù è arrivato infatti il terzo pareggio stagionale in trasferta contro la Fidelis Andria. 25 -25 il risultato finale ottenuto grazie ad una splendida parata di Ignazzi sul tiro ravvicinato di Zagaria a meno di 10 secondi dalla sirena. Risultato che ad ogni modo riesce a muovere la classifica di Laterza e compagni che riescono così a difendere il secondo posto da una folta pattuglia composta dal Fasano, Crotone, Serra Fasano e Fidelis Andria. Ora un nuovo ciclo di tre partite si apre e chissà se la cabala sarà rispettata. Altra piccola nota curiosa: mai la Joker UISP’80 ha fatto registrare due risultati uguali di fila, lasciamo ai lettori l’analisi di questo dato.

La trasferta andriese è iniziata subito in salita, arrivati tardi per problemi di traffico, Laterza e compagni hanno dovuto accontentarsi di un riscaldamento condensato e incompleto che molto probabilmente ha influito sull’inizio molto a rilento del match, con solo un gol, di Carone, nei primi 10 minuti. Se il Putignano ha arrancato nei primi minuti la Fidelis Andria non ha di certo dimostrato brillantezza, anzi i padroni di casa, così come gli ospiti hanno impiegato quasi metà del primo tempo per “entrare nel match” e trovare le giuste misure offensive. Insomma la partita vista non è stata sicuramente la somma delle due migliori prestazioni delle due squadre che sono state entrambe parecchio imprecise e hanno basato le loro fortune sulle, invece, ottime prestazioni dei loro due portieri Ignazzi e Palmisano. Alla fine quindi il pareggio è il risultato più giusto sebbene non accontenti nessuno dei due team.

Il Putignano privo di Gensano, appiedato dal giudice sportivo per questa gara, ritrova dal primo minuto Losavio, mentre per il resto viene confermata la formazione tipo, sebbene subito azzoppata da due esclusioni temporanee per Laterza e da due infortuni pesanti subiti da Laera e Tinelli, stoicamente rientrati in seguito in campo. Come detto la partita nei primi 10 minuti stenta a decollare, poi man mano le due squadre iniziano a carburare con gli ospiti che riescono a prendere 2 reti di vantaggio, salvo poi essere recuperati nel finale di tempo da un break dei padroni di casa bravi a ripartire in contropiede dopo un paio di errori offensivi putignanesi. Il primo tempo si conclude quindi in parità sul 9 – 9. Nella ripresa lo spartito non cambia con la Fidelis Andria più lucida nelle conclusioni soprattutto con Marmo, che realizzerà alla fine ben 7 reti. La Joker UISP’80 si affida invece alle sue ali, già protagoniste nella partita di andata e sempre piuttosto libere di concludere. Bianco e Carone con 7 e 6 reti a testa sono infatti i migliori marcatori dei rossoblù e insieme hanno segnato più della metà dei gol della squadra. Come detto i padroni della ripresa sono i ragazzi di mister Colasuonno che riescono ad arrivare anche sul 16 -13 al 10ecimo della seconda frazione di gioco. Il Putignano però non demorde e con la giusta calma si rifà sotto fino ad agguantare il 20 -20 a 10 minuti dalla fine grazie ad una doppietta di Losavio. A questo punto la Fidelis Andria riallunga con Marmo e Sipone, ma il passaggio ad una più profonda 5-1 dei ragazzi di mister Nebbia porta al nuovo ribaltamento del vantaggio che questa volta passa nelle mani proprio dei rossoblù, i quali avrebbero anche in mano i palloni per chiudere la contesa, ma Laera e Losavio falliscono i loro strike. Così si finisce con l’ultima azione per l’Andria a 20 secondi dalla fine. Pur trovando lo spazio giusto, Zaccaria, come detto non riesce a superare Ignazzi e così il match si chiude sul 25 pari.

Dopo Serra Fasano e Fidelis Andria, la Joker UISP’80 si appresta chiudere questo trittico di partite ospitando il Crotone, già vincitore del confronto all’andata e rinforzatasi con l’innesto dello spagnolo Jordy. Non sarà una partita facile in cui molto probabilmente mancherà Laera, il cui infortunio è da valutare, ma perlomeno mister Nebbia recupererà Gensano che ha finito di scontare la sua squalifica.


Fidelis Andria vs Joker UISP’80 Putignano: 25 -25 (9- 9 PT)

Fidelis Andria: Marmo 9, Guglielmi 5, Sipone 4, Cannone 3, Cavaliere 3, Terlizzi 1, D’Ettole, Del Giudice, Di Liddo, Palmisano, Pistillo, Santovito, Tattolo, Zagaria A., Zagaria E; All. Colasuonno.

Joker Putignano: Bianco 7, Carone 6, Losavio 3, Palumbo 3, Mele 3, Tinelli 2, Laterza 1, Casulli, Damaso, Ignazzi, Laera A., Laera C., Lops, Recchia, Romanazzi, Santoro; All. Nebbia.

Arbitri: Merone – Iele.


Classifica: Noci 16; JOKER PUTIGNANO 9; Fasano 8; Crotone, Innotech Serra Fasano*, Fidelis Andria 7; Altamura 6; Conversano* 5.

*una partita in meno


Altre partite della settimana:

Altamura – Innotech Serra: 17 – 20;

Conversano – Noci: 28 – 28;

Fasano – Crotone: 35 – 32.

Ufficio stampa UISP’80 Pallamano Putignano

Comments are closed.