LAZIO – UISP’80, 6 DAVVERO TOSTA

Sabato la UISP’80 Pallamano Putignano ha ottenuto il suo sesto risultato utile consecutivo superando con il risultato di 28 a 21 la Lazio in un match bello e avvincente in cui nessuna delle due squadre si è risparmiata sul piano dell’agonismo. I sette gol di distacco visibili sul risultato finale sono infatti frutto degli ultimi 10 minuti in cui il nostro portiere Antonio Lippolis ha letteralmente calato una saracinesca davanti alla propria porta permettendo ai suoi compagni di creare un gap che mai si era visto durante la partita. Grazie a questa vittoria i ragazzi di mister Perrini mantengono il passo del Città Sant’Angelo che ha sconfitto 26 a 15 l’Altamura, prossimo avversario dei rossoblù, e raggiungono al secondo posto il Manfredonia che ha pareggiato a Capua. Le vittorie di Teramo e Atellana contro Fondi e Ginosa contribuiscono a tenere ancora molto corta la classifica con le prime 5 squadre racchiuse in soli 3 punti. Molto indicativi saranno pertanto i prossimi due turni che sanciranno la fine del girone d’andata e in cui avranno luogo diversi scontri diretti per i primi posti che potrebbero definire un po’ meglio le gerarchie del campionato.
Tornando alla partita di sabato 2 dicembre essa parte subito bene per il Putignano grazie alla rete di Losavio a cui, però, risponde immediatamente il terzino biancoceleste di origini pugliesi Daniele Lippolis. Dopo di che sarà necessario aspettare ben 8 minuti prima di vedere un gol che è, però, di marca laziale così come il successivo. La reazione dei rossoblù è affidata soprattutto alle giocate intelligenti delle due ali Luca Laterza e Antonio Mastrangelo, autori di ben 6 reti delle 7 segnate nei primi 15 minuti di gara dalla UISP’80. Come detto in precedenza la partita è veramente bella, le squadre ci mettono tanto agonismo e vigore. Entrambi i team conquistano più volte il comando della gara senza però riuscire a creare un gap necessario a staccare definitivamente gli avversari. La prima frazione di gioco si conclude giustamente in parità testimoniando ancora una volta quanto il match sia stato aperto. Il secondo tempo inizia così come si era concluso il primo. Lo strappo decisivo avviene a 15 minuti dal termine quando il Putignano sfrutta al meglio un piccolo calo fisico dei biancoazzurri dovuto anche all’esiguità della loro panchina occupata solo da 3 giocatori. Sono Giuseppe Santoro, Campanella, Fanizza e Cesare Laera a firmare il break di 4 reti che porta i rossoblù sul 21 a 17, che significa primo vero tentativo di fuga del match. Tentativo che diventa realtà grazie ad uno strepitoso Antonio Lippolis che negli ultimi 10 minuti permetterà agli avversari di violare solo una volta la porta da lui difesa. Il Putignano può così godersi il 28 a 21 finale che mantiene inviolato il palazzetto della “Stefano da Putignano” messo invece a dura prova sul piano della tenuta idrica rispetto alla forte pioggia venuta giù durante l’intervallo.
Ancora una prova di grande maturità quindi per il Putignano che riesce a portare una partita complicata e non facile, dimostrando di stare effettuando una grande crescita anche sul piano psicologico oltre che tecnico dovuto molto probabilmente alla crescita di esperienza dei suoi atleti più giovani. Ora ad attendere i ragazzi di mister Perrini è un’altra sfida assolutamente da non sottovalutare in quanto sebbene l’Altamura non conquista punti dalla prima giornata, quando ha sconfitto il Ginosa, in casa si è dimostrato essere un avversario ostico per chiunque. Infatti nelle partite finora disputate tra le mura amiche i ragazzi di mister Loviglio hanno perso di solo 1 gol con il Capua e di 3 con il Teramo. Anche la scorsa giornata hanno denotato di avere una buona difesa riuscendo a subire solo 26 reti in casa del Città Sant’Angelo. Pertanto sembra aspettarci un altro match molto interessante a dimostrazione di come la qualità media di questo girone sia notevolmente aumentata rispetto all’anno scorso.
UISP’80 Pallamano Putignano vs Lazio: 28-21 (12 -12 PT)
Putignano: Adone, Aquilino, Campanella 1, Fanizza 4, Laera c. 5, Laera N., Laterza V., Losavio 3, Santoro 6, Lippolis, Mastrangelo 3, Montalto 2,Morano, Laterza L. 4; All. Perrini;
Lazio: Varrena, Manfrè, La Rosa D., Mariani 1, Larosa F. 6, Lippolis 6, Corrado 2, Troaca, Mucci 3, Lopez 3; All. Langiano;
Arbitri: Formisano e Sarno;
Classifica: Città Sant’Angelo 12; Putignano, Manfredonia 11; Atellana 10; Teramo 9; Capua 7; Lazio 6; Altamura, Fondi 2; Ginosa 0;
Altre partite della settimana:
Capua – Manfredonia 31 – 31;
Città Sant’Angelo – Altamura: 26 – 15;
Fondi – Teramo: 20 -32;
Ginosa – Atellana: 28 -40;

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *