IL SETTIMO KO

Sabato 30 novembre si è concluso l’amaro girone di andata del raggruppamento C in cui la UISP’80 Pallamano Putignano è inserita. Purtroppo per i ragazzi di mister Perrini il primo giro di boa si è concluso come è iniziato, ovvero con una perentoria sconfitta per 29 a 24, questa volta in favore del Mascalucia. I ragazzi di mister Cardaci sono stati più bravi di Laterza e compagni nella parte centrale della gara, a cavallo tra primo e secondo tempo, arrivando anche sul +10. Solo la tenacia dei pugliesi unita ad un calo di concentrazione degli etnei ha fatto sì che il passivo finale fosse tutto sommato contenuto rispetto alle proiezioni di metà gara. Molto rimaneggiata nel roster, in quanto priva di Santoro, Ignazzi, Adone e Mastrangelo la UISP’80 ha subito molto più del solito in difesa, concedendo parecchi spazi e lasciando più di una volta libero il pivot sui 6 metri. Con arguzia e scaltrezza i locali hanno sfruttato al meglio queste situazioni conquistando 2 punti importantissimi nella lotta salvezza. In attacco Laterza e compagni sono andati molto a folate e certamente l’assenza di un giocatore come Santoro ha fatto la differenza, soprattutto nel passaggio degli avversari dalla difesa 5-1 alla 6-0, a cui i putignanesi hanno tardivamente trovato le giuste misure. Ottima, infine, la prova del portiere spagnolo Pradas Murcia che ha dimostrato tutta la sua classe chiudendo più volte la porta dei padroni di casa a Laterza e compagni.

È il recuperato Pugliese la novità nel settetto iniziale putignanese che come detto ha dovuto far fronte diverse defezioni a causa di motivi lavorativi. L’inizio è molto equilibrato con Fanizza ad aprire le marcature con un contropiede. La UISP’80, come detto non sembra avere la sua abituale coesione in difesa, ma riesce a sfruttare gli ampi spazi generati dalla profonda difesa 5-1 etnea. Più volte, infatti, Fanizza, Losavio e Pugliese riescono a trovare dei varchi nella difesa e a portarsi a tu per tu con Pradas Murcia. Scollinata la metà della prima frazione di gioco la UISP’80 subisce il break decisivo che scava un ampio divario tra le due formazioni. Una concatenazione di effetti permette al Mascalucia di prendere il largo tra cui i maggiori sono il passaggio dei locali ad una difesa 6-0 che diminuisce molto i varchi lungo la linea dei 6 metri e la salita in cattedra dell’esperto portiere spagnolo che non si fa impensierire più di tanto dai tentativi da fuori degli avversari. A questo si aggiunge una doppia esclusione contemporanea, molto generosa, di Fanizza e Pugliese e qualche pallone di troppo perso nel tentativo di rimanere attaccati alla partita da cui si sono sviluppate le micidiali ripartenze dei siciliani. Il primo tempo si conclude così sul 17-9, mai quest’anno la UISP’80 ha subito così tanto. La ripresa non inverte il trend con il Mascalucia che arriva anche sul +10. Il Putignano, però non smette di giocare e grazie anche ad un calo di concentrazione dei padroni di casa riesce ad erodere pian piano lo svantaggio. La nota lieta è stato l’ingresso di Mele che si è finalmente sbloccato in campionato e ha giocato una partita di personalità spezzando l’emozione delle prime apparizioni. Il risultato finale è di 29-24 che in fondo è più che giusto e ha rispecchiato la differenza tra un Mascalucia a pieno organico e un Putignano dimezzato nell’organico, ma non nell’orgoglio.

Ora arriva l’ultima fatica per il 2019. Sabato prossimo, 7 novembre, alle 19.00 presso la palestra “Stefano da Putignano” andrà in scena il derby con il Noci che segnerà l’inizio del girone di ritorno. Per i ragazzi di mister Perrini sarà un importante test che potrà dire molto sulle residuali possibilità di salvezza. All’andata i biancoverdi di mister Maione si sono imposti con autorità, chissà cosa succederà in questo nuovo appuntamento che vedrà certamente la UISP’80 schierarsi a pieno organico.

Darwin Tech Mascalucia vs UISP’80 Pallamano Putignano: 29-24 (17-9 PT)
Putignano: Carone 5, bianco, De Miccolis, Fanizza 5, Laterza L. 4, Laera 2, Nebbia, Laterza V., Morea, Mele2, Pugliese 2, Tinelli; All. Perrini;

Classifica: Siracusa 12; Teramo 11; Palermo 10; Benevento, Mascalucia, Noci 6; Alcamo 5; Putignano 0;

Altre partite della settimana:
Teramo – Noci: 27-20;
Benevento – Alcamo: 24-17;
Siracusa – Palermo: 36-20;

Ufficio stampa UISP’80 Pallamano Putignano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *