SOGNA, PUTIGNANO SOGNA

Sogna, ragazzo sogna
Non lasciarlo solo contro questo mondo
Non lasciarlo andare sogna fino in fondo
Fallo pure tu.

Molto probabilmente pochi delle ragazze e dei ragazzi presenti sabato 1° febbraio presso la palestra della “Stefano da Putignano” conoscono la canzone del 1999 di Roberto Vecchioni da cui è tratta la precedente strofa, ma il messaggio che essa trasmette è il pilastro su cui si deve basare la vita. Sognare è lecito e bisogna lottare per le proprie idee prendendo per mano e aiutando chi mira allo stesso ideale. Questo vale sia dentro che soprattutto fuori il rettangolo di gioco, ma nel caso della UISP’80 Pallamano Putignano si riferisce proprio al 40×20 dove tutte le settimane si cerca di conquistare una complicatissima salvezza. E sabato scorso un passo nella direzione giusta lo si è effettuando superando il Benevento per 24 a 22 in seguito a 60 minuti in cui entrambe le squadre hanno vissuto momenti altalenanti che i rossoblù hanno superando non perdendo lo spirito di squadra, sospinti anche dal pubblico di casa che non ha mai fatto mancare il suo caloroso apporto.

Dopo le vacche magre di Teramo mister Perrini riesce a recuperare diversi uomini in vista dell’importante scontro salvezza casalingo. Pienamente ristabilito capitan Laterza che riprende il suo posto all’ala sinistra e come insuperabile avamposto difensivo, insieme a lui trovano posto nel settetto iniziale anche i terzini Adone, Losavio e Fanizza, Laera ritorna nella sua posizione naturale di ala destra, a pivot agisce Mirizzi, mentre in porta giganteggia il grande ex Ignazzi, che sarà in grado di neutralizzare quasi un tiro su due di quelli rivolti verso la sua porta. Inizia meglio il Putignano che apre le danze con Adone, ma i giallorossi si adattano in fretta alla manovra di attacco dei padroni di casa riuscendo a trovare le giuste contromisure che portano più volte i rossoblù a perdere palloni in attacco. Fortunatamente anche gli ospiti in attacco stentano e in paio di occasioni le loro ripartenze vengono prontamente bloccate da Laterza e compagni. Mister Perrini è costretto quindi a chiamare il primo time-out dopo appena dieci minuti per riportare l’ordine in campo. Cosa che però avviene solo a tratti e anche l’ingresso di Santoro ancora convalescente dall’influenza non riesce a dare la scossa ai putignanesi. Anzi sono gli uomini di mister Boglic a trovare un bel break di 4 reti che li porta sul 7-10 al 25esimo. L’innesto in fase offensiva di Narracci sarà la chiave di volta per la UISP’80 che in un amen piazza un contro break che chiude la prima frazione di gioco sul 11-11. La ripresa vede subito un Benevento arrembante che sigla due gol con Formato e Sangiuolo, ma il Putignano non si fa sorprendere e riesce prontamente a portarsi sul +1, vantaggio che manterrà con qualche piccola oscillazione fino al 47esimo. Sangiuolo e compagni sanno che una vittoria permetterebbe loro di allungare ancora di più l’ampio divario con la UISP’80 ultima in classifica e piazzare un bel colpo sul discorso salvezza e così i giallorossi cercano l’allungo portandosi sul 20-21 a 5 minuti dal fischio finale con un Putignano in fase di appannamento. Ma come detto la forza di un sogno sta nella condivisione e nella compattezza con cui lo si perseguita. Così Laterza e compagni ritrovano vigore e si uniscono in un crescendo rossiniano che li fa passare dal -1 a +3 in 4 minuti. Mister Boglic prova ad alzare la difesa a tutto campo, ma ormai è troppo tardi, c’è solo il tempo per un rigore finale realizzato da Galliano che fissa il risultato sul 24-22.

Alla fine della partita è caloroso l’abbraccio di tutta la squadra e dei suoi tifosi orgogliosi per la prova coraggiosa messa in campo e per il risultato finale che tiene vivo il sogno salvezza. Ora la prossima fatica della UISP’80 si chiama Albatro Siracusa. La trasferta in casa della capolista sarà ostica per i ragazzi di mister Perrini che sabato prossimo andranno comunque in Sicilia senza nulla da perdere e con un sogno nel cuore che solo la matematica potrà strappare.

UISP’80 Pallamano Putignano vs Benevento: 24-22 (11-11 PT)
Putignano: Adone 4, Bianco, Carone, De Miccolis Angelini, Fanizza, Laera 4, Laterza 5, Losavio 2, Mele, Mirizzi 1, Narracci 2, Romanazzi, Santoro 6, Tinelli; All. Perrini;
Benevento: Calandrelli, Castiello, Caturano, Chiumento 3, De Luca, Formato 5, Fragnito S., Fragnito L., Galliano 7, Iannotti, Marro, Mercurio, Moccia 2, Orlando, sangiuolo 4, Vasca; All. Boglic;

Arbitri: Formisano – Sarno;

Classifica: Siracusa 22; Palermo 16; Teramo 14; Noci 12; Alcamo 10; Mascalucia, Benevento 9; Putignano 4;

Altre partite della settimana:
Palermo – Teramo: 24-21;
Noci – Alcamo: 24-24;
Mascalucia – Alcamo: 31-34;

Ufficio stampa UISP’80 Pallamano Putignano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *