CON I PIEDI PER TERRA

È stata una settimana ambigua quella vissuta dalla UISP’80 Pallamano Putignano dopo la rotonda vittoria contro l’Alcamo del 18 gennaio. Da una parte c’era il palpabile entusiasmo per una vittoria tanto cercata quanto meritata, dall’altra c’era la realtà che parlava di una squadra parzialmente incerottata e questo non è il massimo per preparare una trasferta ostica come quella di Teramo. In casa dei leoni abruzzesi la UISP’80 ha sempre sofferto oltremodo e non è mai uscita vincitrice. La gara di sabato 25 gennaio non ha invertito il trend essendosi conclusa 26 a 17 con gli ospiti rimasti in gara soltanto per 20 minuti. I ragazzi di mister Perrini ce l’hanno messa tutta ma alla fine l’assenza contemporanea di Santoro (febbre), Narracci (problemi muscolari), Pugliese (dolori al ginocchio), Adone e Mirizzi (lavoro) hanno pesato e a questi si è aggiunto anche Laterza che da capitano ha stretto i denti nonostante un dolore al costato e scendendo in campo assieme ai compagni, ma dopo 15 minuti di partita ha dovuto issare anche lui bandiera bianca.

Scelte, quindi, pressoché forzate quelle di mister Perrini che si è dovuto accontentare di portare a Teramo solo 11 giocatori e un pacchetto di terzini con due ali adattate come Fanizza e Laera ad agire insieme a Losavio. Alle ali i soliti Carone e Laterza che però come detto ha dovuto lasciare ampio spazio al giovane Bianco. In porta il rientrante Nebbia, mentre a pivot ha agito Tinelli. Ampio spazio è stato comunque lasciato anche ai due ragazzi in panchina, Casulli e Morea, con il primo che ha anche trovato il suo primo gol in A2. Pertanto fa di necessità virtù il Putignano che comunque non parte male riuscendo a trovare la via della rete con Laterza e due penetrazioni di Losavio che valgono il 4-3 dopo 6 minuti di gioco. I ritmi non sono alti e le due squadre mostrano i rispettivi punti di forza: le difese. Tra le due squadre è però la UISP’80 quella a soffrire di più in attacco la fisicità della difesa di casa che più volte mura i tiri di Losavio e Laera e la grande forma dell’esperto portiere Pierluigi Di Marcello che copre tutti gli spiragli della sua porta e para anche un rigore a Fanizza. Così Laterza e compagni rimangono inchiodati sulle sei reti per 10 minuti abbondanti, mentre i loro avversari allungano. Un’invenzione di Fanizza chiude infatti il primo tempo sul 13-7 per i ragazzi di mister Fonti. Nella ripresa il risultato non cambia, anzi gli abruzzesi piazzano subito un break di 4 reti che pongono la pietra tombale sulla partita. I due allenatori decidono quindi di dar fondo alle rispettive panchine concedendo tanti minuti ai giovani presenti. Così la partita si cristallizza sulle dieci reti di differenza fino al fischio finale della coppia De Marco-Carcea che blocca il tabellone sul 26-17 per gli uomini in maglia grigia.

Ora per il Putignano è in programma una sfida delicata nella loro corsa salvezza che li vedrà opposti al Benevento sabato 1° febbraio. Una sfida importantissima per Laterza e compagni da affrontare tra le mure amiche della palestra “Stefano da Putignano”. Nel turno appena passato, infatti, i ragazzi di mister Boglic hanno ristabilito le 7 lunghezze di distanza dai rossoblù superando il Mascalucia in casa di una rete. Anche l’Alcamo nelle retrovie ha colto una preziosa vittoria casalinga contro il CUS Palermo e quindi ora la UISP’80 ha davanti a sé un terzetto a 7 punti. Mister Perrini cercherà in questi giorni di recuperare quante più pedine possibile per giocarsi la partita con la consapevolezza che non sono i rossoblù quelli che hanno di più da perdere da qui al 25 di aprile. Siamo certi che finché la matematica non emetterà la sua sentenza il Putignano affronterà a testa tutte le gare e il suo caloroso pubblico sarà lì al suo fianco. L’appuntamento e quindi per sabato prossimo 1° febbraio alle 19:00 per dare fiato alle trombe e prepararsi ad un’altra tappa di questo travagliato viaggio.

Lions Teramo vs UISP?80 Pallamano Putignano: 26-17 (13-7 PT)
Teramo: Bellia 2, Camaioni 2, Collevecchio, De Angelis T. 4, De Angelis A., De Ruvo 4, Di Giuseppe, Di Marcello P., Di Marcello A. 3, Forlini 4, Novelli 3, Toppi 3, Valeri; All. Fonti;
Putignano: Bianco 1, Carone 4, Casulli 1, Fanizza 2, Ignazzi, Nebbia, Laterza 1, Laera 2, Losavio 6, Morea, Tinelli; All. Perrini.
Arbitri: De Marco – Carcea;

Classifica: Siracusa 20; Teramo, Palermo 14; Noci 11; Mascalucia, Alcamo, Benevento 9; Putignano 2;

Altre partite della settimana:
Noci – Siracusa: 24 – 29;
Alcamo – Palermo: 33-26;
Benevento -Mascalucia: 25-24;

Ufficio stampa UISP’80 Pallamano Putignano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *