SATURDAY BLOODY SATURDAY

No, non ci sono stati spari sui civili. Nessuno è morto, e ci mancherebbe altro, visto che non parliamo di guerre civili, ma solo di pallamano. Eppure per certi versi perdere un derby con 14 gol di scarto è certamente qualcosa di veramente sanguinoso, metaforicamente parlando, per chi lo subisce.

Sabato 22 gennaio 2022 la Joker UISP’80 Pallamano Putignano ha ripreso il suo cammino nel campionato di serie B girone Puglia -Calabria con una pesante sconfitta per 16 reti a 30 contro la capolista Noci. Una sconfitta pesante per i rossoblù che non sono mai stati in partita e sono apparsi sin da subito fuori fase. La partita non era di certo semplice, il Noci è una squadra esperta, costruita inizialmente per una serie superiore e di notevole fisicità. Anche in condizioni normali per i ragazzi di mister Nebbia questo sarebbe stato un test veramente difficile da superare, una di quelle montagne che ti fanno tremare le gambe, ma una volta superate danno tutta un’altra consapevolezza. Purtroppo non è stato questo il caso e il Putignano ha pagato a caro prezzo questa sosta natalizia, in cui, a causa della situazione pandemica, non tutti i giocatori hanno potuto prender parte agli allenamenti. Importanti in casa UISP’80 anche le assenze di capitan Laterza, che ha scontato la sua seconda e ultima giornata di squalifica, Mele e Bianco, in panchina per onore di firma.

Causa assenze mister Nebbia deve per forza di cosa cambiare qualcosa nel settetto iniziale dove fanno il loro esordio Palumbo come terzino sinistro e Casulli come ala sinistra, entrambi pienamente ristabiliti dopo i rispettivi infortuni. Parte subito male il Putignano con una palla persa in attacco, a suggerire quello che sarà il leitmotiv di giornata, con ben 21 possessi persi per infrazioni e intercetti della difesa nocese, che rendono bene la prestazione non particolarmente ispirata dell’attacco rossoblù in questa giornata. Il Noci dal canto suo sfrutta a pieno i suoi punti di forza, ovvero lo strapotere tecnico e fisico dei suoi due pivot Laera e Corcione e il braccio caldo di D’Aprile. I tre sono i veri trascinatori della squadra, ma tutti i ragazzi di mister Iaia hanno fatto il loro contribuendo alla causa in maniera egregia. Nel primo tempo la UISP’80 ha perlomeno il merito di reggere la sterilità e l’imprecisione offensiva con una buona difesa, subendo di fatto pochi gol con situazione di 6 contro 6. Nei primi 20 minuti sono solo 2 i gol realizzati da Romanazzi e compagni, due rigori convertiti da Carone, mentre per avere il primo gol su azione bisogna attendere il 23esimo con il tiro di Palumbo. Complice comunque un ritmo piuttosto basso da ambo le parti, il primo tempo si conclude con un parziale di 6 a 14 che lascia speranze, non tanto per una rimonta miracolosa, ma almeno per un secondo tempo alla ribalta. Nella ripresa i ragazzi di mister Nebbia appaiono, inizialmente, più “in fase” riuscendo in alcuni casi a recuperare situazioni di contropiede e trovando con maggior frequenza la via del gol, però gli ospiti, da squadra esperta quali sono, non si lasciano sorprendere e rispondono colpo su colpo anche grazie al loro capitano Angelo Laera capace di insaccare 4 rigori consecutivi. Con il passare dei minuti naturalmente cresce lo sconforto e lo scoramento e si aprono vere e proprie voragini nella difesa rossoblù e il Noci ne approfitta e dilaga arrivando anche sul +17. L’attacco continua ad andare a folate ed è affidato più a soluzioni personali che frutto di una strategia collettiva. Alla fine un moto di orgoglio suscitato da una bella parata in contropiede di Recchia, dà il là ad un mini-break rossoblù firmato da Romanazzi (due gol nel finale) e Lops, alla sua prima marcatura con i grandi, che chiudono la contesa sul 16 -30.

Una parentesi da chiudere in fretta, ecco cosa deve rappresentare questo derby per la Joker UISP’80, che domenica sarà chiamata ad un altro scontro non facile contro il Fasano, questa settimana corsaro ad Andria e che sul campo ha ottenuto 6 punti contro i 5 del Putignano. I brindisini però si trovano in fondo alla classifica a causa di una sanzione di 5 punti di penalizzazione, con i rossoblù che quindi nonostante la sconfitta mantengono la seconda piazza del girone. Per mister Nebbia una settimana per far aumentare i giri di una squadra che è sembrata una lontana parente di quella ammirata prima della sosta. Importantissimi saranno i recuperi degli indisponibili di questa settimana che dovrebbero essere tutti presenti domenica prossima e che potranno dare al mister un maggiore ventaglio di scelte e di ricambi per chi è in campo.


Joker UISP’80 Pallamano Putignano vs Noci: 16 -30 (6 -14 PT)

Putignano: Bianco, Carone 5, Casulli 1, Gensano 2, Laera A., Laera C. 1, Lops 1, Losavio 1, Palumbo 3, Romanazzi 2, Santoro G., Santoro M., Tinelli; All. Nebbia.

Noci: Barone, Boccuzzi, Quarato, Giannini, D’aprile 7, Bombara 2, Corcione 3, Piepoli 1, Fasano 4, De Finis 2, Laera 8, Intini 1, Spinozza 1, De Luca 1, Borracci, Maggiolini; All. Iaia;

Arbitri: Potenza – Marasciulo;


Classifica: Noci 9, JOKER PUTIGNANO 5, Fidelis andria, Altamura 4, Crotone, Serra Fasano* 3, Conversano** 2, Fasano** 1.

* due partite in meno

** una partita in meno


Altre partite della settimana:

Fidelis Andria – Fasano: 25 -26;

Altamura – Crotone: 23 -22;

Innotech Serra Fasano – Conversano: rinviata per positività nel gruppo squadre del Serra Fasano.

Ufficio stampa UISP80 Pallamano Putignano

Comments are closed.