TUTTE LE NOVITA’ DELLA NUOVA STAGIONE

Giugno è risultato un mese foriero di novità in casa Uisp’80. Infatti la dirigenza rossoblù ha dovuto effettuare un po’ di cambiamenti per cercare di dare un nuovo impulso al suo ambizioso progetto di scalare le vette della pallamano italiana con una squadra di soli prodotti del suo vivaio. La prima importante decisione è stata quella di dare fiducia ad un gruppo di giovani tecnici e dirigenti putignanesi che da anni sono strettamente legati al sodalizio.
È così che Federico Mirizzi ha accettato la proposta di appendere gli scarpini al chiodo e di offrire alla società oltre alle sue capacità tecniche anche le sue conoscenze sulla psicomotricità e sulla gestione assumendo il triplo ruolo di direttore sportivo, preparatore atletico della prima squadra e allenatore delle rappresentative CAS e under 15 (in quest’ultimo ruolo sarà affiancato dall’inossidabile Gianni Pizzutilo). A mister Domenico Perrini, come già annunciato qualche settimana fa, sarà affidata la gestione della squadra che prenderà parte al prossimo campionato di serie A2. La società ha così deciso di dare fiducia ad un tecnico giovane ma certamente non sprovveduto visto che la sua carriera di allenatore è iniziata tanti anni fa con le rappresentative giovanili e ha poi subito un’ulteriore progresso quando è stato chiamato a fare il secondo di mister Laera nell’anno in cui la UISP’80 ha partecipato all’ A1 e di mister Realmonte nell’ultima esperienza in A2.
La storia ci ha insegnato che il Putignano ha un buon fiuto per gli allenatori giovani, basti pensare a tutti i riconoscimenti che in questi ultimi anni hanno avuto due tecnici come Antonj Laera e Sergio Palazzi che proprio dalla città del carnevale hanno iniziato il loro ottimo percorso professionale. Alla guida della rappresentativa under 17 ci sarà invece Francesco Campanella che comunque continuerà a giocare come pivot nella prima squadra. Campanella ritorna così ad occuparsi dei giovani dopo qualche anno di inattività dovuto ad alcune esigenze lavorative. Un altro elemento della prima squadra che non lascia, ma anzi raddoppia il suo impegno all’interno della società rossoblù è il portiere Vincenzo Laterza che quest’anno metterà tutta la sua esperienza a servizio dei suoi colleghi più giovani.
Sul fronte mercato è di queste ultime ore la notizia del ritorno in maglia rossoblù di Marco Cianciaruso (classe 1992). Il giocatore, negli ultimi due anni a Noci, ritornerà dunque a vestire la maglia con cui ha vinto diversi campionati giovanili regionali e con cui ha sfiorato, sempre a livello giovanile, un titolo nazionale. Cianciaruso si era poi distinto anche tra i “grandi” dove aveva confermato le sue buone doti di difensore mediano e di vero jolly offensivo e dove aveva confermato di essere uno dei migliori talenti sfornati dal settore giovanile della UISP’80 negli ultimi 10 anni. Mister Perrini sarà sicuramente contento di avere a disposizione un giocatore capace di giocare praticamente in tutte le posizioni di attacco ad eccezione del pivot.
Ultima novità in ordine temporale ma non ultima di importanza è la pubblicazione da parte della Federazione della composizione dei gironi del campionato di A2 maschile. Le 49 squadre che prenderanno parte al torneo sono state divise in 5 gironi di diverse dimensioni a causa del fatto che questi sono raggruppamenti interregionali. Quindi troviamo 2 gironi da 8 squadre mentre gli altri sono rispettivamente da 10, 11 e 12 squadre. Il Putignano è stato inserito nel raggruppamento D da 10 insieme a Altamura, Lazio, Città Sant’Angelo, Capua, Atellana, Free Time Manfredonia, NHC Teramo, Ginosa, Esperanto Fondi. Quindi come l’anno scorso si tratterà di un girone interregionale Puglia, Campania, Lazio e Abruzzo.
Rispetto alla scorsa stagione spicca l’assenza del Cus Cassino che ha deciso di non riscriversi al campionato di A2. Al loro posto è stato ripescato il Città Sant’Angelo che quindi ha deciso di ripartire dalla seconda serie dopo aver annunciato di non poter confermare la propria presenza in A1 per motivi economici. Gli abruzzesi che l’anno scorso erano riusciti ad imporsi tra le migliori 8 compagini d’Italia si candidano a tutti gli effetti come squadra da battere. Hanno riconfermato l’iscrizione NHC Teramo, Lazio e Capua. Provengono dalla serie B invece Altamura, Manfredonia (che prende il posto del Fasano che per il secondo anno consecutivo nonostante avesse diritto ha scelto di non compiere il salto di categoria), Ginosa, Atellana e Fondi. A causa della riforma dei campionati maschili che avverrà l’anno prossimo di queste 10 compagini saranno ben 5 le squadre che verranno retrocesse, mentre le prime 2 andranno a disputare un torneo ad eliminazione diretta che decreterà l’unica società della categoria ad aver diritto ad affrontare il prossimo campionato di A1.
Come si può vedere la carne al fuoco è tanta, ma noi siamo fiduciosi che il nostro cuoco saprà gestire al meglio la griglia non facendo bruciare neanche una salsiccia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *